Home Articoli Gravidanza

Gravidanza

Le coccole ai neonati potenziano lo sviluppo cerebrale

Chi crede che fare troppe carezze ad un neonato, o avere un contatto corporeo prolungato con lui possano “viziarlo” si sbagliano, e a dirlo è addirittura una ricerca scientifica! Il contatto fisico, infatti, non solo tranquillizza il neonato, ma potenzieranno anche il suo sviluppo cerebrale.


Perché, secondo una recente indagine scientifica, il tocco sui neonati arriva dritto al loro cervello e ne stimola la maturazione. Lo studio, pubblicato sul Journal of Neuroscience, ha sottoposto a test 20 prematuri: metà di loro ha ricevuto per dieci giorni tre sedute di massaggio da dieci minuti ciascuna.
«I piccoli accarezzati hanno mostrato una maggiore attività cerebrale (misurata tramite l’elettroencefalogramma), oltre che minori livelli di cortisolo, l’ormone dello stress», spiega Lamberto Maffei, a capo dell’équipe che ha condotto la ricerca e direttore del laboratorio di neurobiologia della Scuola Normale Superiore e dell’Istituto di neuroscienze del Cnr a Pisa. «Ma non basta: i bambini sottoposti ai massaggi avevano anche una vista più sviluppata, come hanno rivelato i risultati del preferential looking, una tecnica di valutazione dell’acuità visiva. Infine, la massage 
therapy modula i livelli dell’Igf-1, un ormone che riveste un ruolo importante nei processi di crescita.
Durante i primi mesi di vita, la pelle è un tramite eccezionale per comunicare con il mondo esterno: ogni millimetro contiene terminazioni nervose che inviano segnali al cervello. Fonte: 
Lei Web

 

   
Leonardo

.....ecco il nostro audace Leonardo

Alessandra è stata una grande, è stata dura, non ha potuto fare il famoso e tanto agognato "travaglio in acqua" a causa di qualche linea di febbre e nemmeno la doccia perché appena scesa la febbre è comincia la fase espulsiva.

Ha provato mille posizioni e alla fine si trovava meglio carponi, appoggiata con le braccia alla testiera.

Leggi tutto...

   

IL DIALOGO PER 9 MESI E UN GIORNO: Un atto d’amore!

Dicono che l’origine della mia vita è stata proprio in quel breve ma interminabile incontro: tra mia madre e mio padre. Il concepimento.
Inizia cosi la mia avventura in partenza per la vita! E proprio da qui questo caldo e accogliente grembo, divenuto il mio primo palcoscenico per nove mesi e dieci lune.

La fecondazione è stata una corsa folle! Per capire cosa accade in quel fatidico momento, bisogna immaginare un fuoco d’artificio che esplode senza rumore nella notte. Le faville svolazzanti degli spermatozoi che non perdono un secondo per dirigersi verso l’ovulo, come lucciole danzanti intorno ad una lampada di sera. Nelle dodici ore seguenti quella folle corsa i nuclei finalmente fondendosi hanno formato me e il  buffo nome di Zigote, lungo solamente un decimo di millimetro.

Leggi tutto...

   

La vita psichica prenatale

Il piccolo viene gradualmente a dotarsi di tutti gli strumenti a lui utili per entrare in relazione con il mondo.

Il primo grande sistema che si forma è quello che garantisce all’embrione la rilevazione del suo stesso ‘muoversi’ tramite la possibilità di sentire le vibrazioni e le variazioni pressorie presenti nel liquido amniotico. Una conferma ‘della sua stessa vitalità’[1].

Leggi tutto...

   

L’educazione inizia prima della nascita

Articolo sulla Psicologia Prenatale per il Periodico d’informazione ‘La Gazzetta del Vara’, pubblicato sul N° 3 di Ottobre 2007 con il titolo ”L’educazione inizia prima della nascita”

“Se un bambino durante i primi nove mesi della sua esistenza intrauterina è stato ascoltato perché i suoi genitori sapevano che era capace di comunicare… è stato capito perché è stato ascoltato…

Leggi tutto...

   

Le cause, le funzioni e gli obiettivi del processo fisiologico denominato “regressione infantile in gravidanza”

La regressione infantile della gravida è essenzialmente promossa dall’alterarsi di alcuni ormoni: progesterone, estrogeni e endorfine.

Durante la gravidanza il progesterone è prodotto in grande quantità dalla placenta e promuove un processo di introversione nella gravida, ne rallenta i ritmi della vita quotidiana, inibisce la contrattilità uterina (la madre protegge la vita del suo bimbo e la sua crescita in utero), rallenta i movimenti della muscolatura intestinale (migliore assorbimento delle sostanze nutritizie) favorisce lo sviluppo della ghiandola mammaria (come accennato poco prima, la madre prepara cibo futuro), agisce sul centro nervoso del respiro aumentando il livello di Ossigeno del 20% (ambiente favorevole alla crescita del bimbo).

Leggi tutto...

   

È possibile affermare che il feto sogna? Perché?

La fase REM (rapid eyes moviment), è presente anche nel prenatale! Tutti i valori fisiologici sono bassi, soprattutto l’attività muscolare ma rimane alto il movimento degli occhi. L’attività cerebrale aumenta sino a valori simili a quelli di veglia, nonostante il soggetto sia nello stato di sonno profondo.

Questo tipo di attività è correlata a quella psicologica onirica. Durante il sonno REM il soggetto sogna e quindi la sua psiche è impegnata.

Leggi tutto...

   

Sezione Anep di Frosinone e Roma

Anep ItaliaNove mesi e un giorno, sezione di Frosinone e Roma, e tutte le sezioni ANEP Italia sul sito ufficiale

Eventi

Progetto acquaticità e MAMMAFIT
 CORSO DI ACQUATICITA’ NEONATALE 3-36 MESI e CORSO MAMMAFIT
 
 

bimbo senza contatto.jpg

Utenti Online

 13 visitatori online

Contattaci

Per informazioni ai singoli corsi
tel. dal lunedì al sabato
329.0249260
Via Casilina Nord, 262
FROSINONE
email: info@9mesieungiorno.it

Referente ANEP
per la città di Roma